finzioni e pensieri latenti parte3

– lui sembrava un tossico ed invece suonava l’arpa. l’altro sembrava un uomo diligente, ma era un ladro.

– le nuvole servono a misura del cielo, senza di esse il cielo sembrerebbe solo uno spazio infinito.

– il mattino ha l’uomo in bocca.

– le mani del pittore portano i segni colorati della sua arte.

– La padrona di casa: ” beh vede alessandro, dopo 8 anni le pulizie si possono anche fare…di cosa avete bisogno?”    (…)

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: